La dissuasione dei giovani per la politica inizia al top

Non c'è nulla che gli anziani, in particolare gli over 40, amino di più che sedersi sui loro seggioloni che si lamentano dei giovani che non partecipano alla politica. È vero che i giovani storicamente non hanno la migliore affluenza alle urne, in media solo circa il 49% degli elettori aventi diritto di età compresa tra i 18 e i 29 anni ha effettivamente votato, si potrebbe dubitare. Beh, gli anziani, come sempre. sono il problema, per un paio di motivi diversi, come siamo stati sollevati, come i media affrontano la nostra generazione, politici generali disprezzo per le questioni che troviamo importanti, e odio per il candidato che preferiamo.

 

In che modo l'educazione di una persona potrebbe influenzare davvero il modo in cui si potrebbe vedere la politica, ignorando come potrebbe influenzare le credenze politiche e concentrandosi molto specificamente sulla partecipazione alla politica? Beh, siamo cresciuti in una generazione in cui essere adolescenti era un lusso che pochi potevano permettersi. Siamo stati messi in una posizione strana in cui gli adulti intorno a noi erano a pochi secondi dal sgretolarsi ed era nostro compito tenerli insieme, ma quella lotta è stata ignorata, lentamente perdiamo la nostra innocenza mentre gli adulti diventavano latenti che si sgretolavano nella loro pestilenza morale , nel frattempo, agendo come se fossimo ingrati per essere stanchi di questo fardello. Il che ci ha insegnato che i nostri pensieri non contano, i nostri bisogni sono minori e dobbiamo metterci da parte per fare ciò di cui gli altri hanno bisogno e non importa quanto faticosi ci viene insegnato a sorridere e dire "Nessun problema". Siamo stati addestrati fin da giovane a pensare di essere i minori e quindi votare non è necessario, i nostri bisogni non contano, quindi perché i nostri voti dovrebbero. Per tutto il tempo, chi altro se non i media ci ritraggono in una luce peggiore anche dei criminali.

Il trattamento della nostra generazione da parte dei nostri genitori continua in tutti i media, persone che vengono attaccate e calunniate per aver partecipato alla politica. La marcia per i nostri organizzatori di vite ne è un grande esempio. Dopo la tragedia della Marjory Stoneman Douglas High School, un gruppo di studenti cominciò a parlare della legislazione sulla riforma delle armi. I media cominciarono ad attaccare gli studenti chiamandoli agenti governativi e attori di crisi con l'obiettivo di rubare le armi americane. Mentre prendiamo la situazione nelle nostre mani e siamo diffamati dalle persone che ci hanno deluso in primo luogo. La nostra vita è minacciata e ci troviamo di fronte a una scelta, se stare in piedi ed essere abbattuti o nascondersi e lasciare che l'ingiustizia marcire. Per la maggior parte è più facile, anzi, più sicuro da nascondere e quindi quelli intorno a noi dicono che non stiamo 'partecipando', Quando siamo stati costretti via.

Continuando la spirale dei modi in cui siamo stati ignorati, i politici spesso ignorano le questioni che riteniamo importanti. Che si tratti di denaro, mancanza di conoscenza, o un licenziamento consapevole dei giovani elettori, i politici non sembrano mai preoccuparsi. Salari di sussistenza, riforma delle armi, assistenza sanitaria, collegio a prezzi accessibili, tutte le necessità che ci sono stati ripetutamente negati e nei tempi che ci viene dato il candidato viene abbattuto. Prendiamo due volte il caso della campagna presidenziale di Sanders ed è stato l'unico candidato a guadagnare slancio tra i giovani elettori e due volte gli adulti più anziani hanno inventato scuse. "Beh, i giovani elettori non andranno a votare" o "Abbiamo bisogno di un centrista per unire il paese" o "Abbiamo bisogno di un candidato per battere Donald Trump", quelli ultimi ad essere spesso codice per "Abbiamo bisogno di qualcuno vecchio e bianco e maschio che non farà alcun cambiamento per placare i vecchi uomini bianchi che hanno u s qui, in primo luogo". È francamente offensivo che le persone abbiano una tale diffidenza nella prossima generazione che non permetteranno nemmeno loro di prendere decisioni che interessano il paese con cui hanno a che fare per la prossima città.

Francamente, i giovani elettori hanno affrontato questi attacchi asinine da parte di vecchi per abbastanza tempo. Forse se apriste gli occhi abbastanza a lungo da vedere la disidratazione che avete causato, sareste scesi dai vostri troni dorati e aiutereste a ricostruire il rapporto dei giovani con l'attivismo civile. Ora, ai giovani elettori che possono leggere questo, Questo è il nostro mondo ora e se vi sedete e nascondete siete altrettanto da biasimare per i nostri problemi come gli adulti che si sono rifiutati di risolverli, andare a votare, lottare contro le cose che pensate essere ingiusti. Votare è un diritto e se non lo pretendi, sminuendo la santità della tua cittadinanza.